Lascia un commento

La Banca d’Inghilterra non alza i tassi d’interesse

Come era ovvio da supporre, in questi giorni di incertezza economica in cui la ripresa sembra essere particolarmente lenta, la Banca d’Inghilterra ha deciso di non alzare i tassi d’interesse per aiutare la ripresa.

Lo rilevo leggendo le parole del Governatore della Banca d’Inghilterra Mervyng King, il quale in questi ultimi giorni ha affermato, parlando davanti al comitato del Tesoro Inglese, che secondo lui l’inflazione resterà troppo alta per due o tre anni ancora contribuendo così a dipingere un quadro abbastanza fosco relativamente ad una ripresa economica che si vedrebbe continuare in modo piuttosto lento ancora per molto tempo.

In merito ai mutui immobiliari King afferma di essere tranquillo e cha la situazione sia in equilibrio, e per questo motivo lui non vede alcuna necessità di innalzare i tassi sugli stessi. Si potrebbe pensare ad alzare i tassi di interesse solo in presenza di un’economia molto più forte e con la disuccupazione in calo piuttosto che in crescita come è in questo momento.

King ha anche affermato che il Comitato per le Politiche Monetarie potrebbe votare un aumento dei tassi d’interesse solo quando si verificasse che l’inflazione andasse totalmente fuori controllo. Ma questa condizione non si è ancora verificata.

Tuttavia, egli sostiene che i tassi d’interesse dovrebbero comunque essere più alti dell’attuale 0,5% attestandosi su livelli più normali. Sostiene inoltre che la stretta economica sul tenore di vita resterà ancora per un buon periodo. Ogni segnale di eventuale surriscaldamento dell’economia richiederebbe un’ulteriore indurimento della politica monetaria.

Credo che la decisione di non alzare i tassi d’interesse sia buona. C’è ancora troppa incertezza nell’aria, ed è meglio per il momento attendere segnali forti prima di provvedere a prendere decisioni importanti.

Chi fosse interessato a trasferire la propria attività nel Regno Unito, aprire una società di tipo UK Limited o avesse intenzione di valutare una soluzione offshore; può mettersi in contatto con lo Studio Tax & Advise di Londra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: