3 commenti

Cloud computing: il nuovo traguardo dell’Information Technology?

Avete mai sentito parlare di cloud computing? Si poteva mai immaginare che il mondo dell’Information Technology ed in particolare la rete, non fossero di nuovo di fronte alla ennesima, forse, rivoluzione?

Per cloud computing si intende lavorare utilizzando software e hardware non presenti nel proprio pc ma bensì altrove, in server remoti, in rete, quindi nella cloud (nuvola). L’idea del cloud computing ha già degli anni, ma è solo ultimamente anche grazie alla diffusione della banda larga che si sta riproponendo in modo molto serio.

Che benefici avrebbe un’azienda che utilizza hardware e software in remoto? Parecchi; soprattutto chi ha la necessità di utilizzare una potenza di calcolo enorme, ma solo alcune volte all’anno, potrebbe risparmiare sull’acquisto di macchine potenti affittando in remoto la potenza di calcolo solo quando la necessita. Il risparmio ci sarebbe anche nel fatto che non si dovrebbe più provvedere ad aggiornare o acquistare software sempre nuovi dato che questi sarebbero disponibili quasi gratuitamente in rete. Ulteriore beneficio vi sarebbe per tutte quelle imprese che dovendo condividere informazioni e dati con varie consociate sparse per il mondo, non devono fare altro che metterle in rete e renderle accessibili a tutti. Difetti? Al momento quello più evidente è la diffidenza a proposito del mettere dati sensibili in rete potenzialmente alla portata di tutti.

Ad ogni modo, tutti i grandi si stanno muovendo in questa direzione, e questo fa supporre che il futuro vedrà il cloud computing trasformare il modo di lavorare di molte imprese e soggetti privati. Apple per prima con il suo Icloud, e quindi Google e per ultima Microsoft stanno investendo in questa direzione. Microsoft lancia infatti proprio in questi giorni il suo Office 365, la possibilità appunto di utilizzare il famoso pacchetto software in rete pagando un piccolo abbonamento mensile.

Chi fosse intenzionato a costituire una nuova impresa che si occupa di Information Technology o di E-Commerce nella UE, può mettersi in contatto con i consulenti esperti dello Studio Tax & Advise di Londra.

3 commenti su “Cloud computing: il nuovo traguardo dell’Information Technology?

  1. […] Cloud computing: il nuovo traguardo dell’Information Technology? […]

  2. Complimenti per l’articolo molto interessante e completo; una precisazione a riguardo tuttavia è dovuta: Google offre da sempre il cloud computing, in quanto tutto è sempre stato mantenuto sui suoi server (e questo causò diverse polemiche inerenti la privacy al tempo), iniziando con Google Bookmarks nel lontano 2005, proseguendo poi con Google Docs nel febbraio 2007 e concludendo oggi con tutti i servizi offerti anche tramite Android, Google è in realtà stata la pioniera del Cloud Computing.

    Un saluto,
    Alessio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: