Lascia un commento

La valutazione della produttività dovrebbe avvenire su base trimestrale

Certo, è comprensibile il fastidio che provano impiegati e dipendenti quando la direzione si dedica a valutare il loro lavoro, tuttavia studi recenti hanno dimostrato che  frequenti valutazioni della produttività sono indispensabili per migliorare la redditività di un’impresa.

Secondo Peter Cappelli, direttore del Wharton Center for Human Resources, l’ideale per ogni azienda sarebbe provvedere ad una revisione del lavoro dei dipendenti su base trimestrale anche allo scopo di generare una certa motivazione in questi ultimi. Certo è che con un mercato del lavoro in crisi per il terzo anno consecutivo a livello mondiale, l’idea di vedere “valutate le proprie prestazioni” a scadenza ristretta può rappresentare motivo di preoccupazione.

Come sostengono Cappelli e Daniel Pink, esperti di risorse umane, i moderni impiegati nati tra gli anni 70 e 80 dello scorso secolo, sono abituati ad un costante feedback da parte dell’ambiente in cui vivono, e si aspettano lo stesso da parte dell’impresa per cui lavorano. Per quale motivo allora le valutazioni della produttività da parte delle aziende sono considerate così negativamente?

Matthew Bidwell della Wharton Business School, afferma che gli impiegati si attenderebbero un feedback onesto rispetto alle loro prestazioni, ma temono che una svalutazione delle loro capacità possa portare ad una perdita di bonus, e di opportunità di crescita all’interno dell’azienda.

Vi sono anche detrattori di questa idea, e uno di questi è Samuel Culbert, professore alla Scuola di Amministrazione Anderson della UCLA, secondo lui: “questi meccanismi distruggono la fiducia tra responsabile ed impiegato e comportano anche alti costi e perdita di tempo. Inoltre, il personale si concentrerebbe nel cercare di compiacere al porprio capo piuttosto che nel cercare di offrire risutlati positivi alla propria azienda”.

In ogni modo, non importa in che forma si andrà a valutare la prestazione dei propri impiegati, secondo la maggioranza degli esperti abbandonare questo sistema può avere effetti molto negativi. Potrebbe contribuire a trasmettere la sensazione di parzialità, demotivando il personale.

Lo Studio Tax&Advise di Londra offre la propria consulenza fiscale a chiunque sia interessato ad aprire una nuova società nel Regno Unito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: