Lascia un commento

Perchè le tasse potrebbero aumentare quando le rendite azionarie calano?

Questa domanda se l’è posta un giornalista finanziario americano che commenta l’attuale situazione economica della prima economia mondiale. A pensarci bene quando il valore delle azioni crolla ed i gudagni evaporano, la sola magra consolazione che rimane è che non ci si dovrebbe preoccupare di dover pagare più tasse.

Il problema però è che il mercato azionario è divenuto da alcuni anni a questa parte una fonte di stimolo per i consumi oltre che una fonte di reddito per i vari governi, che in molti casi hanno legato l’andamento dei mercati ai fondi pensione. In questo modo, una caduta prolungata dei mercati potrebbe innescare così un effetto a catena che porterebbe inevitabilmente all’aumento delle tasse.

Dando uno sguardo alla situazione nord-americana, vediamo che negli ultimi tre anni il debito pubblico federale è cresciuto dell’81%. Già nel marzo scorso il Congressional Budget Office prevedeva che tra il 2012 ed il 2021 gli USA dovranno prendere in prestito circa 7.000 miliardi di dollari. Anche se nel frattempo si provvedesse ad attuare la finanziaria già approvata si recupererebbero solo 2100 miliardi di dollari. Restano così scoperti circa 5 miliardi di dollari di deficit. Così è sempre più probabile che si provvederà ad un aumento delle tasse sul reddito.

Esiste quindi anche il cosidetto effetto ricchezza. Si calcola che dal 1990 grazie ai rendimenti azionari, ottenuti soprattutto durante il periodo della cosidetta bolla di internet, siano anche aumentati di conseguenza i consumi. Tuttavia, esistono opinioni discordanti come quelle di Carl Kase e Robert Shiller creatori del Case Shiller Index i quali sostengono che il legame rendite azionarie-maggiori consumi sarebbe molto debole, piuttosto secondo loro, la speculazione immobiliare avrebbe contribuito molto di più ad aumentare i consumi negli ulti anni precedenti la crisi.

Ad ogni modo, sembra inevitabile che anche negli USA come forse accadrà in moti paesi europei, si passi ad aumentare le imposte dirette ed indirette per equilibrare le finanze dei vari stati.

Lo Studio Tax&Advise di Londra offre la propria consulenza fiscale a chiunque sia interessato ad aprire una nuova società nel Regno Unito o a chi desideri valutare una soluzione per pagare meno tasse.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: